Collaborazioni

Gaetano Bevilacqua ha partecipato come incisore o stampatore alle edizioni illustrate in questa pagina.


IL LABORATORIO DI NOLA

Eugenio Lucrezi
Sapìa
I libri del merlo - Il Laboratorio di Nola, 2016
(xilografia_mm.150x160)


Non c'è colpa nell'essere
un merlo. Caso mai
è una colpa invidiarlo
.


PULCINOELEFANTE

Marcello Napoli
ALFONSO GATTO
Edizioni Pulcinoelefante, Osnago, 2009
(acquaforte e acquatinta_mm.89x107)

Già le note del pentagramma
Attraversano le isole dei tuoi occhi,
Tra le cuspidi delle dita, il fumo
Tremolante della sigaretta
O un'eco di onde e di memoria...



LA VEGLIA (una piccola resistenza) prima

“Io sono la sposa”, una poesia di Giancarlo Pontiggia con una acquaforte di Simonetta Melani ed una xilografia in copertina di Gaetano Bevilacqua stampate su carte Amatruda di Amalfi e Hahnemüle.
Formato plaquette: mm.170x123. Misure incisione: mm. 165x348.
Tiratura: settanta esemplari numerati e firmati dagli autori.
Santa Croce sull’Arno & Salerno, 12 Dicembre 2005.

Io sono
io sono la sposa
io sono la sposa fiorita di nomi
io sono il legno, l'ombra, il fuoco
io sono il sasso e la rosa
e la notte odorosa. [...]


NUOVE CARTE

Eugenio De Signoribus
CHI GRIDA?
Nuove Carte, Fano, 2005
(acquaforte e puntasecca_mm. 105x85)

-Aiutami a passare!-
grida di là qualcuno,
dalla crepa del monte...

-Tu, là..., posso farti da
ponte,
ma qua devo restare!...

per guardare la cieca
prossima rifrattura... [...]



LE CONCHIGLIE

Le Conchiglie nascono da un'idea di Fabrizio Mugnaini in collaborazione con Gaetano Bevilacqua che ne effettua la stampa tipografica sui propri torchi a mano ed è autore del linoleum stampato con lacca trasparente sui cartoncini colorati che fasciano i libretti. Caratteri Bodoni, tiratura di 110 esemplari su carte Fabriano-Tiziano, Fedrigoni-Nettuno e Hahnemühle. Formato mm. 177x134.

LE CONCHIGLIE 7
Un racconto di Mario Rigoni Stern e una incisione di Giancarlo Vitali
Ottobre 2002

A volte le bambine della contrada, alle quali
avevo parlato di questo mistero, mi chiedevano
di “sentire il mare”...




LE CONCHIGLIE 6
Una poesia di Alberto Cappi e una incisione di Raimondo Rossi
Luglio 2002

[…]
conchiglia
sali all'artiglio
che il mare seduce


LE CONCHIGLIE 5
Una poesia di Anna Cascella e una incisione di Walter Piacesi
Marzo 2001


se s'apre la conchiglia
e non è ostrica e perla...



LE CONCHIGLIE 4
Una poesia di Maurizio Marotta e una incisione di Renato Bruscaglia
Luglio 2000


Ti commuoveva la parola mare
per averla udita un giorno da lontano
come nuova...



LE CONCHIGLIE 3
Una poesia di Franco Facchini e una incisione di Mario Calandri
Gennaio 1999


Sono in quello che sembra, vogliono dire quella paura.
Stanno dentro l'ascolto a rispondere attraverso il silenzio.



LE CONCHIGLIE 2
Una poesia di Gian Ruggero Manzoni e una incisione di Renzo Galardini
Dicembre 1998


Non è il suo guscio che impedisce
di lambire la polpa, ma lo schermirci
che rende le labbra valve cementate...


LE CONCHIGLIE 1
Una poesia di Roberto Roversi e una incisione di Mario Guadagnino
Novembre 1998


Ma cuore svuotato oh cala sulla mia mano
racconta di ieri e di oggi con grande cortesia...


L'OBLIQUO

Giancarlo Giaccani
LA PIMPINELLA, LA GRAMACCIA
Edizioni L’Obliquo, Brescia, 2002
(acquaforte e acquatinta_mm. 88x66)

Quasi non li vedi più
che si arrampicano sulle armature,
passi e non guardi,
anzi saluti sbadatamente.

I rumori poi sono sfondo
di giornate indifferenti: [...]

EDIZIONI LUNA E GUFO di Fabrizio Mugnaini

Ezra Pound
NOTE PER UNA PRIMA STESURA DEL CANTO XXXIX
Edizioni di Luna e Gufo, Scandicci, 1998
(collograf in copertina_mm.265x515)

Ma prima dovrai percorrere fino alla fine la tua via
e arrivare alla casa dell'Ade e della temuta Persefone
Per consultare lo spettro di Tiresia il Tebano
Profeta cieco con la mente sana
Ancor morto, a lui Persefone concede il ben dell'intelletto. [...]

PULCINOELEFANTE

Paolo Febbraro
DEL MARE
Edizioni Pulcinoelefante, Osnago, 2000
(acquaforte e acquatinta_mm.104x70)

Come per Le Mont-Saint-Michel
hai camminato credendo alla spiaggia
lasciando i bagagli all'hotel
col passo in stato avanzato
hai colto lo spazio da fare
voltandoti tardi a vedere
lo strazio del tempo, del mare.

LO SCIAMANO

Maurizio Marotta
NEL CIELO
Lo Sciamano, Milano, 1999
(acquaforte_mm. 86x71)

Quella svagata concordia che è degli uccelli
mentre volano insieme precipiti verso
un cielo per noi non visibile, astratto;
quando guardiamo stupiti dal nostro balcone
come sanno bene non urtarsi, come
sono leggeri metalli le rondini, i passeri:
estive forme future più belle,
fossimo noi loro, fratelli
fossero nostri quei passi
alti levati alla terra delle città.

 

EDIZIONI LUNA E GUFO di Fabrizio Mugnaini

Marina Pizzi
UN CARTONE PER LA NOTTE
Edizioni di Luna e Gufo, Scandicci, 1998
(acquaforte e acquatinta_mm. 61x74)

Alberelle d'ascia queste elemosine
imposte alla pazienza, dover stare
furie pacate care solo al rito.
Identità di senso ogni gran tedio
replicato battesimo di veglia
tenuta nel perimetro del nudato
falco calato al panico.

 

EL MENDRUGO DE PAN

Paolo Febbraro
DUE POESIE
El Mendrugo di Pane, Calolziocorte, 1996
(acquaforte e acquatinta_mm. 52x52)


La vita è quando a mezzo agosto
o poco più avanti l'estate
riprende a parlare e la sera
s'incrina d'un vento che fruscia
di foglie cedevoli e alle altre
ben salde in un frullo promette
di ritornare.

William Shakespeare
UN SONETTO
El Mendrugo di Pane, Calolziocorte, 1996
(xilografia_mm. 70x70)

...] Oh allora, ti prego, promettimi un pensiero:
- Se fosse sorto in questa età fiorente
L'amore del mio amato, più cari frutti
E più pregiati avrebbe generato;
Ma egli è morto, e i poeti d'oggi son migliori:
Leggerò i loro versi per lo stile, i suoi per il suo amore -.

(trad. Stefano Dal Bianco)

Leonardo da Vinci
PONI MENTE PER LE STRADE
El Mendrugo di Pane, Calolziocorte, 1996
(xilografia_mm. 163x300)150)

Poni mente per le strade, sul far della sera,
i volti d'omini e donne, quando è cattivo tempo,
quanta grazia e dolcezza si vede in loro!


MATERIALI INFIAMMABILI

Roberto Alquati et al.
INFIAMMABILI
Materiali Infiammabili, Lecco-Calolziocorte, 1995
(acquaforte e acquatinta_mm. 140x150)

[...] L'aria, nel frattempo, si è fatta ancor più pesante e irrespirabile;
in una piazzetta appartata, dalla quale tuttavia si può scorgere in lontananza la mole della biblioteca
che adesso arde come una torcia inestinguibile, i pensionati sulle panchine cominciano a tossire [...]

(Vincenzo Dell'Oro)

 

PULCINOELEFANTE

Alessandro Trasciatti
POESIA PER E.
Edizioni Pulcinoelefante, Osnago, 1994
(acquaforte e acquatinta_mm. 69x84)

Se questo darsi non è frutto del caso,
certo lo è stato un giorno l'incontrarsi
dei nostri fili, lasciati come esche
a spenzolare, a muoversi col vento.
È questo lo sconcerto e l'allegria:
vedere come tutto è contingente
ma pure talvolta si rapprende
in storie che durano nel tempo,
in concrezioni, in forme regolari
che tu diresti frutto di una mente.

Sigmund Freud
UN PENSIERO
Edizioni Pulcinoelefante, Osnago, 1993
(puntasecca_mm. 128x60)


Una vita non analizzata non vale
la pena di essere vissuta.

Alda Merini
MICHELE
Edizioni Pulcinoelefante, Osnago, 1993
(acquaforte_mm. 68x75)

Eravamo due spettri di canto
io e Michele. Il lago ci saliva
oltre le ginocchia.
In breve fummo
circondati di flutti,
e mentre si agonizzava
qualcuno ci rubò lo spavento.

Maurizio Marotta
DUE POESIE
Edizioni Pulcinoelefante, Osnago, 1993
(acquaforte_mm. 68x75)

Sai che le luci non ti appartengono
umile intento è di far buio intorno
al clamore, silenzio.
Forse il romanzo non è che passato
e certo di oggi non sono i versi
che vantano amaro
il latte cieco d'una candela
del pianto, nell'epoca nera che è scesa.

Alda Merini
DUE AFORISMI
Edizioni Pulcinoelefante, Osnago, 1993
(acquaforte e acquatinta_mm. 50x75)

La corda più silenziosa è quella dei versi.

Certi figli che scorrono nel nostro sangue
non avranno mai un porto.


IL CATALOGO

Giuseppe Grattacaso
SE FOSSE PRONTO UN CIELO
Il Catalogo, Salerno, 1991
(acquaforte_mm. 88x53)

Tu parli un'altra lingua,
un tardo idioma etereo e inconsueto,
un codice segreto
che non ha traduttori.
Ci resta da scoprire il gesto
misurato della mano,
il mondano passo di danza
consumato imperfetto,
un altro tuo idioletto
che non serve a capire.
Noi continuiamo a dire
le nostre lingue barbare e scontrose,
i verbi che tendono a incupire,
le parole difficili amorose.

 

 

 

 

Gaetano Bevilacqua ha collaborato con

EL MENDRUGO DE PAN     EDIZIONI L'OBLIQUO    IL CATALOGO      PULCINOELEFANTE   


Contatti

Puoi contattare le Edizioni dell'Ombra a questo indirizzo: EDIZIONI DELL'OMBRA